Stefano Bollani con il Fondo Musy per una giornata indimenticabile

19 novembre 2018


Lunedì 19 novembre, Stefano Bollani si è esibito in un concerto di "Piano Solo" al Teatro Regio di Torino in favore del Fondo Musy per concludere una giornata indimenticabile.

Nel corso della mattina, Bollani è stato con noi in carcere per incontrare gli studenti-detenuti del Polo Universitario di Torino. Rispondendo con note e parole alle domande dei presenti, ha parlato di musica e "armonia", fondamentale per il suono e la vita di tutti. Quell'armonia che ognuno di noi insegue, soprattutto una persona privata della libertà quando un domani, uscendo da una cella, dovrà ripresentarsi alla società sapendo che lo studio prima e il lavoro poi rappresentano le strade da percorrere.

Al concerto, di fronte a una platea gremita, Angelica ha aperto la serata: «Quest’idea è nata per ricordare la generosità di Alberto e con un po’di follia. Vorrei chiedervi di pensare alle sbarre che si chiudono davanti alla vita di un uomo. Nei momenti di svolta nelle nostre vite sopravvivono pochi sentimenti basilari, uno di questi per noi è la speranza che ci possano essere seconde possibilità, che sia possibile ritrovarsi, rimettersi in piedi. Siamo andati a trovare questa energia in uno dei luoghi in cui il rifiuto di aderire alle regole civili è più forte e la volontà di ridiventare cittadini, aderendo a quelle regole, richiede uno sforzo immane. Noi del Fondo Musy guardiamo con speranza alle sbarre che si riaprono su un uomo rinnovato».
Se sei interessato ad ospitare lo spettacolo "Game Over: per un nuovo inizio" in una scuola, un'associazione o un festival puoi contattare il Fondo scrivendo a fondo@fondomusy.it


Stefano Bollani con il Fondo Musy